Che ‘voce’ ha il cosmo? Proprio come nella fantascienza: la Nasa l’ha registrata

MeteoWeb

Che voce ha il cosmo? Somiglia a quella narrata dalla fantascienza con fischi, sibili e ‘cori‘? Sembra proprio di sì: una sorta di sinfonia suggestiva originata dal movimento delle onde elettromagnetiche prodotte dal plasma. E’ stata registrata dalla Nasa, durante la missione Van Allen Probes, nella quale due sonde osservano il campo magnetico terrestre. E’ stato così dimostrato che nello spazio non regna affatto il silenzio, ma un autentico concerto di elettroni.

Progettate per migliorare le previsioni delle tempeste geomagnetiche, le sonde hanno permesso di ricostruire il comportamento del protagonista del concerto cosmico: il plasma. Esso è il gas percorso da particelle elettricamente cariche che pervade lo spazio e che, sotto l’effetto dei campi elettrici e magnetici fluttua, come se creasse delle onde che hanno un loro ritmo.

Per ascoltarlo occorrono naturalmente gli strumenti giusti, in quanto i suoni sono diversi a seconda delle caratteristiche del plasma attraverso cui si propagano: nell’area più vicina alla Terra, la plasmasfera, densa e con plasma freddo, le onde producono un suono diverso da quello emesso dalle onde della zona più esterna del plasma, nonostant le proprietà siano le stesse.

Correnti elettriche possono poi innescare onde di plasma che producono suoni simili ai versi degli uccelli fischiatori e che ricordano un po’anche quello delle pistole laser della saga di Guerre Stellari. Nella zona piu’ esterna, dove il plasma e’ piu’ caldo e tenue, le onde producono invece un crescendo di cinguettii che i ricercatori hanno chiamato ‘coro di onde di plasma’. Ci sono zone in cui le onde emettono sibili simili a quelli dell’elettricita’ statica e che, sempre per gli appassionati di Guerre Stellari, ricordano il respiro di Darth Vader.