Reggio Calabria: la Prefettura attiva l’unità di crisi per l’emergenza incendi

MeteoWeb

“Prosegue l’operatività dell’Unità di crisi attivata dal pomeriggio di ieri dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari, a seguito dell’emergenza incendi che ha interessato questo territorio provinciale”. E’ quanto si legge in una nota stampa della Prefettura di Reggio Calabria.

“Infatti, durante tutta la notte e ancora nella giornata odierna – prosegue il comunicato -, l’Unità di crisi sta coordinando le attività necessarie a fronteggiare gli incendi che hanno continuato a verificarsi, complici le elevate temperature e i venti di particolare intensità, sia sul lato tirrenico che su quello jonico, anche a livello collinare. In particolare, il fronte del fuoco ha interessato i comuni di Mammola, Palmi, Sinopoli, San Procopio, Maropati, Melicucco, Rosarno, Cinquefrondi, Polistena e Oppido Mamertina”.

“Durante la notte – continua il comunicato – ben 35 sono stati gli interventi dei Vigili del fuoco che hanno utilizzato, ai fini dello spegnimento, 16 squadre. Sono attualmente in corso 20 interventi, prevalentemente nella zona del capoluogo e nel versante jonico, per incendi per la maggior parte di macchia mediterranea”. “L’Unità di crisi – conclude il comunicato – continuerà ad operare fino a cessate esigenze ed e’ in costante contatto con la sala operativa della Protezione civile Regionale e il dipartimento della Protezione civile nazionale“.