Vaccini, l’Iss rilancia: 10 obbligatori e 4 consigliati “per legge”

MeteoWeb

Per l’Istituto Superiore di Sanità non dovranno essere semplicemente “raccomandate” e offerte gratuitamente dal Servizio sanitario nazionale le 4 vaccinazioni (contro meningococco B e C, pneumococco e rotavirus) delle 12 contenute nel decreto Vaccini che per l’Iss potranno essere non obbligatorie. Nel parere inviato alla Commissione Sanità del Senato, dove è in discussione il decreto, l’Istituto spiega infatti che “ritiene comunque necessario rafforzare con norma di legge la raccomandazione già contenuta all’interno del Piano Nazionale Vaccini” e ciò obbligherà le Asl a chiamare chi risulta non vaccinato, pur non essendo previste sanzioni. Secondo l’autorità sanitaria, quindi, le vaccinazioni fra obbligatorie e raccomandate dovrebbero essere comunque 14: 10 per cui vengono previste sanzioni e 4 senza sanzioni ma con l’intervento delle Asl. Inoltre – si apprende da fonti ministeriali – il Ministero della Salute opererà un monitoraggio sul comportamento delle Regioni e sui tassi di copertura vaccinale raggiunti.