Caldo: a Roma distribuite 12mila bottigliette d’acqua

MeteoWeb

Per il secondo giorno consecutivo Roma brucia, non per gli incendi ma per le altissime temperature. Anche se, secondo i dati dell’Osservatorio Meteorologico del Collegio di Roma, la Capitale e’ lontana dal record storico registrato il 10 agosto del 1999 quando la temperatura arrivo’ a 39.9 gradi. “Ieri a Roma la massima e’ stata di 36.8 gradi, mentre oggi 35.1 – spiega la meteorologa Franca Mangianti presidente dell’Associazione Bernacca e per 40 anni responsabile dell’Osservatorio Meteorologico del Collegio Romano – mentre il piccolo della minima si e’ registrato stamani alle 6 con 26,2 gradi“.

Anche se non e’ record, il caldo a Roma risulta molto asfissiante tanto da costringere molti turisti, soprattutto stranieri, ad adottare doppie protezioni: non soltanto cappellini ma anche ombrellini. Inedite e disciplinate file, soprattutto nel centro storico, si sono formate davanti a nasoni e fontanelle. Oltre a riempire le bottigliette di plastica, tante persone utilizzano l’acqua per bagnarsi la testa ed il volto, alcuni la versano addirittura sui vestiti per provare un po’ di sollievo.

In molte stazioni della metro del centro storico e ai Musei Capitolini la Protezione Civile di Roma Capitale ha distribuito migliaia di bottigliette d’acqua: ieri 6000 ed oggi ben 12mila. Stamane la sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi, e dall’assessora alla Persona, Scuola e Comunita’ Solidale Laura Baldassarre hanno visitato le OASI ovvero soggiorni diurni per anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti che sono state attivate negli impianti sportivi della casa di Riposo Roma 3. Le OASI nella piscina della casa di Riposo Roma 3 garantiscono disponibilita’ per un massimo di 50 anziani al giorno per 12 settimane dal lunedi’ al venerdi’.