Incendi, fiamme nella Torre del Mangia: tra roghi, terremoti e fulmini tutti i precedenti storici della Torre simbolo di Siena

MeteoWeb

L’incendio divampato nella notte del 16 Agosto sulla sommità della Torre del Mangia a Siena ha un precedente che risale ad oltre 300 anni fa. A gennaio del 1701 infatti, durante la festa annuale per la commemorazione dell’ingresso nel Granducato di Toscana, furono accese delle fiaccole sul Palazzo e sulla Torre da cui scaturi’ un incendio che danneggio’ una delle travi sottostanti la cella campanaria. Si tratta dell’anno in cui fu organizzato il primo Palio corso il 16 agosto (l’altro si corre il 2 luglio).

L’altra sera invece, il rogo ha colpito la Torre del Mangia durante i festeggiamenti della contrada dell’Onda per la vittoria del Palio corso poche ore prima. La torre simbolo di Siena  ha superato diverse avversità nella sua storia secolare, non solo incendi ma anche molti fulmini che si sono abbattuti sulla sua sommita’ fino a quando, alla fine del ‘700, fu dotata di una struttura parafulmini.

Un’altra calamità che mise a dura prova la torre, nel 18° secolo fu un violento terremoto che pero’ non ne intacco’ la struttura. La torre ‘vanta’ oggi quasi 700 anni, i lavori per la sua costruzione cominciarono nel 1325, e con i suoi 88 metri di altezza e’ la terza torre antica piu’ alta d’Italia. Il nome ‘Torre del Mangia’ si deve ad uno dei primi campanari che aveva il compito di scandire le ore, tale Giovanni di Balduccio, noto per i suoi sperperi e i suoi vizi legati soprattutto alla cucina. Tale fama gli valse il soprannome di ‘Mangiaguadagni’ o, piu’ semplicemente, ‘Mangia’.