Incendio nel Grossetano: alto rischio amianto dopo il rogo

MeteoWeb

Richiamo dell’Osservatorio nazionale amianto (Ona) sull’incendio a San Martino di Grosseto per il rischio amianto e di altre sostanze cancerogene che si sono generate dalla combustione dei materiali. Le fiamme sono state domate grazie all’intervento dei vigili del Fuoco ma ora si valutano le possibili conseguenze sull’ambiente circostante.

“Ancora una volta – sostiene Ezio Bonanni, presidente dell’Ona – ci poteva essere maggiore prevenzione, sia rispetto al rischio, sia soprattutto al rischio cancerogeno da esposizione ad amianto dei vigili del Fuoco intervenuti massicciamente sui luoghi dell’incendio, e questo dimostra che purtroppo non c’e’ quella necessaria attenzione che dovrebbe essere riservata alla tutela della salute di questi fondamentali operatori, come tutti gli altri che operano nel comparto sicurezza”.

L’associazione ha ricevuto numerose chiamate da cittadini preoccupati per la possibile propagazione di polveri e fibre di amianto nell’abitato di Grosseto, per cui e’ stata costituita una unita’ di crisi supportata dall’attivita’ professionale di Ugo Corrieri, medico psichiatra, che attraverso l’Osservatorio si e’ posto a disposizione di tutti i cittadini.