Metano: progetto per terminal Gnl a Cagliari da 80 mln di euro

MeteoWeb

Fa discutere il progetto della IsGas da oltre 80 milioni di euro per realizzare un terminal per il Gnl (Gas naturale liquefatto) nel Porto Canale di Cagliari. L’impianto, per il quale e’ scaduto oggi il termine per la presentazione di osservazioni del pubblico, intercetta il tracciato delle reti di trasporto del Gpl (Gas petrolio liquefatto) esistenti dell’area vasta di Cagliari, e in prossimita’ della dorsale Sarroch/Oristano/Porto Torres dell’ipotetico futuro metanodotto. Nel terminal saranno installati 18 serbatoi criogenici. Attraverso punti di carico (baie) per le autocisterne si potra’ trasportare il Gnl su gomma o rifornire navi.

“Una bomba da quasi 30mila metri cubi di gas dentro il parco di S.Gilla, a due passi da Cagliari, il porto canale destinato a chiudere per lasciar spazio a una fallimentare pompa di carburante – attacca il deputato di Unidos Mauro Pili -. Con un blitz sotto ferragosto si e’ chiusa oggi la procedura di consultazione. Non risultano presentate opposizioni se non la mia”.

“Tutto questo senza alcuna certezza sui costi del gas considerato che l’approvvigionamento con navi e poi su gommato – spiega il deputato – oltre ad un pericolo rischi elevatissimo, si concretizza con oneri elevati per i quali non esiste nessun provvedimento di equiparazione al resto del sistema italiano”.