Terremoto Centro Italia, la Protezione civile: “473 mln per la viabilità”

MeteoWeb

Il Dipartimento della Protezione civile ha seguito anche le attività di ripristino della viabilità, dopo il sisma che nel 2016 ha colpito il Centro Italia, infatti “una serie di frane, sismo indotte o accentuate dal sisma o a causa di edifici pericolanti, hanno reso impraticabili le strade” e “nella prima fase sono intervenuti regioni ed enti competenti con interventi immediati” ma dopo il sisma del 30 ottobre il governo ha varato un piano straordinario che è stato affidato a Fulvio Soccodato, dell’Anas, che insieme al ministero delle Infrastrutture, ha avviato “un piano che si compone di 251 interventi per 473 milioni di euro”: lo ha sottolineato il capo del Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli nella conferenza stampa a Palazzo Chigi ad un anno dal sisma del centro Italia.

Borrelli ha reso noto che, riguardo all’attuazione del piano, al momento gli interventi nella fase di progettazione sono il 39%, il 16% in fase di approvazione dei progetti, per il 18,3% c’è stato l’appalto dei lavori, il 13,1% lavori in corso, e per l’1,6% i lavori sono ultimati. In particolare sono stati completati gli interventi sulla statale di Castelluccio, del Lago di Campotosto e la statale 80 in Abruzzo.