Uova contaminate, i Nas ne sequestrano oltre 92000: sono 7 i casi sospetti

MeteoWeb

Nelle verifiche nelle ultime ore dei carabinieri dei Nas di Viterbo e Ancona sono state sequestrate in totale 60 mila uova per consumo umano, 32.000 per alimentazione zootecnica, 3 capannoni per allevamento con 27 mila galline ovaiole e un centro di imballaggio uova. Il comandante, generale Adelmo Lusi, ha detto che a Viterbo il sequestro ha riguardato piu’ 53.000 uova per alimentazione umana, piu’ 32.000per alimentazione zootecnica e 15 mila galline; ad Ancona 6.000 uova (per alimentazione umana), e 12.000 galline.

“Le UOVA italiane sono sane e sicure, perche’ subiscono controlli complessi e strutturati”. Lo ha sottolineato il comandante del Nas, Generale Lusi a margine della conferenza stampa che ha illustrato gli ultimi sviluppi sulle indagini relative alla contaminazione da fipronil in Italia. “Con gli ultimi casi delle scorse ore, sono 7 i casi di sospetta contaminazione riscontrati in Italia, circa 5 le persone denunciate, ha spiegato il comandante del Nas, Generale Lusi, che ha specificato: “Le percentuali rilevate fino a oggi sono bassissime e il fatto stesso che siano state individuate, va al merito degli istituti che effettuano questi controlli. Si puó stare tranquilli. Al momento sono stati svolti 253 accessi a stabilimenti e allevamenti di UOVA, e abbiamo sequestrato cautelativamente piu’ di 91 mila kg di UOVA e oviprodotti in attesa dei responsi analitici. Le ultime risultanze di positivita’ sono superiori ai limiti della tossicita’ ma non particolarmente aggressivi”.