Terremoto Umbria: “La rimozione delle macerie procede secondo programma” 

MeteoWeb

“La rimozione delle macerie sta procedendo secondo programma e nelle prossime ore e’ attesa l’autorizzazione definitiva per la realizzazione dell’ area di stoccaggio a Castelluccio di Norcia”: e’ quanto dice, all’ANSA, Maurizio Salari, presidente della Vus-Valle umbra servizi, la societa’ individuata dalla Regione Umbria per la rimozione dei detriti sulle zone terremotate.

“La discarica di Castelluccio, dopo aver ottenuto il ‘placet’ del Parco dei Monti Sibillini, deve avere il via libera da parte dell’ amministrazione comunale di Norcia, ma nell’incontro di venerdi’ scorso al centro della Protezione civile regionale, ci e’ stato comunicato che l’iter burocratico e’ stato concluso e quindi siamo prossimi ad avviare i lavori per la realizzazione del sito”, spiega Salari.

La discarica a Castelluccio sara’ realizzata a ridosso del depuratore. Invece a Norcia capoluogo e’ gia’ attiva da settimane, “e qui conferiamo circa 200-300 tonnellate al giorno, anche se e’ da ricordare che Vus interviene solo su ordinanza comunale e su macerie a terra”, sottolinea Salari. Questo vuol dire che la rimozione scatta solo dopo un abbattimento di un edificio o per liberare strade o altre porzioni di territorio. Inizialmente le macerie da rimuovere erano state stimate in 100 mila tonnellate nei tre comuni della Valnerina colpite dal sisma. Le macerie una volta portate in discarica vengono, in parte, trasformate e quindi – conclude Salari – pronte per essere riutilizzate nella futura ricostruzione”.