Ambiente, la Regione Lazio: “Convegno sul riciclo dei materiali edili post terremoto”

MeteoWeb

Come recuperare e riutilizzare i materiali provenienti dalle demolizioni edili, comprese le macerie degli edifici crollati a causa dei terremoti. Come incentivare i produttori di materiale per l’edilizia a utilizzare materiale da riciclo. Sono solo alcuni degli argomenti che saranno al centro del secondo Convegno Nazionale organizzato, con il patrocinio del Consiglio Regione Lazio, dal Gruppo Rea “Rivendite Edili Associate”, presidente Valentino Cotugno, con la partecipazione dell’Ascomedil, presidente Massimiliano Murri e Anpar, presidente Paolo Barbato.

Al convegno, dal titolo ” La rivendite edili incontrano le istituzioni”, in programma venerdi’ 13 ottobre presso la sede della Regione Lazio di via Cristoforo Colombo, interverranno tra gli altri i consiglieri regionali Antonello Aurigemma e Pino Simeone, e i massimi esperti del settore edile main partener Italcementi, Prefedil e Teknachem.

L’obiettivo – spiegano – e’ quello di incentivare tutta la filiera dell’edilizia (dalle imprese ai produttori, fino ai rivenditori edili) ad una collaborazione con le istituzioni per realizzare importanti progetti per la societa’ e l’Ambiente, come la realizzazione di piccole isole ecologiche per la raccolta temporanea di calcinacci e macerie.

Un progetto che coinvolgerebbe le rivendite edili, che grazie alla loro strategica posizione capillare sul territorio (solo a Roma e provincia sono circa 400) potrebbero offrire un servizio per incentivare lo smaltimento anche di piccoli quantitativi di calcinacci, che normalmente vengono abbandonati davanti ai cassonetti o lungo le strade delle nostre citta’. Le discariche autorizzate a Roma sono infatti poche, e spesso si trovano molto distante dai cantieri, non incentivando la raccolta dei materiali di scarto.