Macerata punta a diventare Capitale della Cultura, Dante Ferretti: “Io ci sono”

MeteoWeb

Macerata ci crede: vuole diventare la Capitale italiana della Cultura nel 2020 (entro il 15 novembre le citta’ candidate resteranno solo 10) e in una convention al Teatro Lauro Rossi fa mostra dei suoi ‘gioielli’, a partire dal premio Oscar per la scenografia Dante Ferretti, che da qui, passando per Roma, ha conquistato Hollywood, e oggi e’ tornato in teatro. Ci sono gli auguri da lontano della vice presidente dell’Argentina Marta Gabriela Michetti, i cui nonni erano emigrati marchigiani, di John Savage e Ami Stewart, un video che ricorda Jimmy Fontana.

”Sono orgoglioso – dice Ferretti dal palco – perche’ quando vengo qui mi ricordo tutto di Macerata, cammino di notte da solo, mi ricorda la gioventu’. Mi piacerebbe che Macerata fosse eletta citta’ della Cultura, e non solo dell’agricoltura, come ho scherzato nei giorni scorsi, una battuta stimolante”. Ferretti si mette a disposizione ‘‘per quello che riguarda il tipo di lavoro che faccio, cioe’ niente” scherza, per poi concludere: Macerata mi manca, e la cosa che piu’ mi commuove sono i vincisgrassi”, le lasagne.

Il sindaco Romano Carancini illustra i contenuti del progetto presentato al Mibact, che si chiama Macerata Estroversa 2020. “La parola Estroversa – spiega -, contiene il termine Estro, cioe’ la capacita’ di sconfinare in una citta’ che diventa fabbrica delle culture. Contiene la parola Est, le esperienze di padre Matteo Ricci e del grande orientalista Giuseppe Tucci, il nostro legame tra passato e futuro radicati nei valori globali dell’accoglienza, e di amicizia, rispetto, altruismo. E poi c’e’ Roversa, nell’interpretazione arcaica di capovolta, rovesciata: un riferimento al recente terremoto, perche’ la sfida del territorio verso la ricostruzione coinvolga le persone”.

Di ”grande scommessa” parla l’assessore regionale alla Cultura Moreno Pieroni: “C’e’ stata una forte vicinanza di tutte le citta’ marchigiane a Macerata. Anche altre si erano fatte avanti, compresa Ancona”, ma poi hanno rinunciato alla candidatura. A dimostrazione che ”quando le Marche vogliono essere unite, lo sono”. La Regione ”sara’ convintamente al fianco di Macerata con varie le iniziative – ha sottolineato – a partire da una grande mostra su Lorenzo Lotto che Macerata ospitera’ a ottobre 2018”.