Polveri sottili, l’Arpav Veneto: “Superato il limite dei 35 giorni”

MeteoWeb

Gia’ al 16 ottobre il valore limite giornaliero di pm10 nei capoluoghi di provincia della regione e’ stato superato per piu’ di 35 giorni. Le uniche eccezioni riguardano Belluno e Verona. A lanciare l’allarme e’ l’Arpa del Veneto. Ovunque si evidenzia un peggioramento della situazione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando il limite giornaliero non era stato superato per piu’ di 35 giorni in nessuna delle stazioni di fondo della rete considerata.

La stabilita’ atmosferica, la contemporanea assenza di precipitazioni, la debole ventilazione e i ripetuti episodi di inversione termica, hanno portato al ristagno e all’accumulo delle polveri sottili in pianura. In marcato e progressivo aumento le concentrazioni di pm10 a partire dai giorni 12 e 13 ottobre: fino a 6 superamenti consecutivi del valore limite giornaliero a Vicenza, 5 a Treviso, Venezia, Padova e Rovigo.

Le condizioni meteorologiche delle prossime ore resteranno pressoche’ stazionarie e contribuiranno a mantenere alti i livelli di concentrazioni di pm10 almeno fino a giovedi’ 19. Da venerdi’, e soprattutto sabato, secondo l’Arpav, sara’ possibile qualche debole precipitazione e si avra’ un moderato rinforzo dei venti da nord-est.