Terremoto: l’architetto Salimei presenta un progetto per gli anziani 

MeteoWeb

E’ stato presentato a Borgo Lanciano (Macerata) il progetto dell’associazione ‘La terra trema noi no’, per la realizzazione di una struttura di accoglienza per anziani colpiti dal Terremoto, che sara’ realizzata nel comune di Valfornace. A illustrarlo – spiegano – l’ideatrice, l’architetto Guendalina Salimei, fondatrice del T Studio di Roma, nota per aver ispirato con la sua storia il film “Scusate se esisto”, con Paola Cortellesi e Raoul Bova.

L’idea e’ quella di una struttura sostenibile, integrata nell’ambiente, a risparmio energetico, che ingloba al suo interno uno spazio verde, come una serra, un ballatoio, dove gli anziani possono svolgere attivita’ legate alla natura e socializzare. Gli spazi sono pensati come se si trattasse di una piccola comunita’, in cui chi e’ autosufficiente puo’ continuare a vivere sentendosi a casa. “

Abbiamo lavorato sul tema della sostenibilita’ energetica, ma anche sociale ed economica, ponendo al centro l’idea di benessere della persona – ha detto Salimei -, in una costruzione in cui la luce naturale e l’uso del colore per tutelare gli aspetti psicofisici legati al benessere sono centrali, legati all’idea di comunita’ e corresponsabilita’ nella gestione della struttura”.

I componenti dell’associazione hanno detto di aver avuto questa idea per riportare gli anziani nei loro territori di origine, visto che numerose strutture residenziali sono state rese inagibili dal sisma, in modo da creare anche opportunita’ economiche per il territorio. La sfida e’ quella di realizzare il progetto chiedendo il contributo di tutti, anche con una piccola donazione come il 5 per mille, che si puo’ devolvere all’associazione, formata da terremotati.