Terremoto: sospensione dei mutui nelle aree colpite fino a fine 2018

Nei comuni inseriti nel cratere del terremoto che ha colpito il centro Italia tra agosto e ottobre dell’anno scorso, il pagamento dei mutui e’ sospeso fino alla fine del 2018. E’ quanto stabilisce un articolo della manovra in discussione in Parlamento nella quale e’ inoltre previsto, con l’obiettivo di agevolare i lavoratori dipendenti e i pensionati beneficiari della cosiddetta ‘busta pesante’, un allungamento dei tempi di rateizzazione da 9 a 24 mesi.

Nei prossimi giorni, sottolinea inoltre l’ufficio del Commissario per la ricostruzione Paola De Micheli, sara’ presentato un ulteriore emendamento del Governo al decreto fiscal che contiene nuovi interventi tra cui alcune misure per accelerare la ricostruzione pubblica e il rimborso ai Comuni delle imposte per gli immobili inagibili. “Sono provvedimenti – si legge nel sito del Commissario – che dimostrano con i fatti la vicinanza dello Stato alle popolazioni terremotate. Non le abbiamo mai lasciate sole e la loro resistenza e tenacia ci spronano ancora di piu’ a moltiplicare gli sforzi per fornire tutto quello di cui hanno bisogno, con rapidita’ e trasparenza”.