Turismo: Astoi lancia la campagna in favore dei Caraibi colpiti dall’uragano

MeteoWeb

I Tour Operator aderenti ad Astoi lanceranno a breve una campagna a sostegno dell’area dei Caraibi che prevede diverse iniziative rivolte a trade e consumer con diffusione sui canali off line, on line e social. Azioni di marketing, commerciali e di comunicazione, declinate – spiegano – in modalita’ differenti dai singoli operatori, verranno legate al claim “Caraibi, si parte!”, comune denominatore.

Nelle isole principali dei Caraibi quali, ad esempio, Repubblica Dominicana, Cuba, Giamaica, i danni causati dal passaggio dell’uragano Irma e Maria sono stati contenuti e le strutture sono immediatamente tornate alla piena operativita’. In particolare in Repubblica Dominicana, sono normalmente in attivita’ le strutture ricettive presenti nelle principali aree turistiche del Paese, come Punta Cana/Bavaro, Samana, Sosua, Cabarete, Puerto Plata, La Romana-Bayahibe, Juan Dolio, Santo Domingo ed altre.

Anche a Cuba, nella zona costiera dell’Avana, spiegano, grazie ad azioni di recupero e ripristino tempestive, diversi alberghi, danneggiati solo in parte dall’uragano, hanno rapidamente riavviato le attivita’, cosi’ come nella zona di Varadero, a 100 km dalla capitale, le strutture sono gia’ tutte in funzione e pronte a ricevere i turisti. Tutti gli aeroporti e i porti crocieristici dei due Paesi sono operativi. Anche le crociere rinnovano la loro presenza sui Caraibi per la stagione invernale 2017 /18, selezionando nuovi scali (Bonaire, Aruba, Curacao, Saint Vincent, Grenadine e Martinica) e confermando, in tal modo, l’importanza strategica della destinazione.

Per quanto riguarda il Messico, lo Yucatan non e’ stato direttamente interessato dai movimenti tellurici e tutte le attivita’ e la vita della popolazione e dei turisti e’ sempre continuata normalmente. Le scosse, infatti, hanno interessato le zone che si affacciano sull’area pacifica del Paese, distanti oltre mille chilometri dalla regione dello Yucatan, dove si trovano le mete piu’ richieste dal mercato turistico italiano (tra queste Cancun, Tulum, Playa del Carmen).