Bellezza, il chirurgo: “Anche in Italia è febbre di ritocco da selfie”

MeteoWeb

Quando l’espressione imbronciata ‘alla Melania’ e la bocca a cuore non bastano più, le ‘selfie-maniache’ arrivano a chiedere aiuto al bisturi e alla medicina estetica. “Accade sempre più spesso. E si tratta sovente di donne ancora giovani – spiega all’Adnkronos Salute Giulio Basoccu, chirurgo plastico dell’Ini di Grottaferrata, docente a contratto all’Università di Roma Tor Vergata – La crescente passione per i selfie ci ha portati a ricevere una serie di richieste molto specifiche, mirate proprio al fatto di volersi presentare al meglio di fronte a questo occhio ‘tecnologico'”. Un fenomeno che non stupisce il chirurgo plastico.

“I selfie si fanno ben truccate, in posizioni particolari”. Tanto che fioriscono i tutorial sul web per apparire al meglio. “Proprio la passione per i selfie – continua Basoccu – ha stimolato in chirurgia e in medicina estetica tutto ciò che può aiutare a ottenere risultati migliori possibili: interventi alle labbra, ma anche ritocchi agli zigomi, botox per cancellare le rughe intorno agli occhi, peeling per assicurare un colore uniforme alla pelle”. Un approccio esclusivamente femminile? “Lo fanno anche alcuni uomini, che però sono più timidi e difficilmente lo confessano al chirurgo. Le donne invece – conclude – più francamente si confidano”.