Dieta detox post Natale: “No ai digiuni, ecco i consigli per dimagrire”

MeteoWeb

“Per rimediare alle abbuffate natalizie, e in vista di quelle previste per Capodanno e l’Epifania, bisogna puntare su un’alimentazione detox”. Lo ha raccomandato all’AGI la dietista nutrizionista Carmen Campana, secondo la quale è vietato digiunare o seguire diete “fai da te”.

“Saltare i pasti – ha spiegato – è sbagliatissimo così come non è assolutamente necessaria la classica dieta fai da te, che comporta digiuni con successivo senso di fame e abbuffate”. I rimedi principali agli “sgarri natalizi”, per l’esperta, sono: depurare il fegato, l’intestino e rigenerare la pelle.

“Con un’alimentazione detox – ha spiegato Campana – e’ possibile eliminare le tossine, depurarsi, allontanare il senso di gonfiore e contrastare la ritenzione idrica. Un regime alimentare a basso contenuto calorico, ma ad alto tasso di alimenti e sostanze drenanti e depurative”. Secondo l’esperta, la prima mossa da fare per depurare il fegato e’ ridurre alimenti grassi o fritti, evitare di cucinare con il burro, evitare l’alcol.

“Vanno eliminati – ha sottolineato Campana – i grassi saturi e preferiti i cibi dall’azione drenante e stimolante, come indivia, carciofi, broccoli (questi ultimi capaci di attivare enzimi che agiscono nel processo di detossificazione dell’organismo), verdure a foglia verde come spinaci, cicoria. Da non dimenticare, inoltre, le barbabietole, che abbondano in vitamine del gruppo B e C, in magnesio, calcio, zinco, ferro e betacarotene, tutti importanti per stimolare la purificazione del corpo. Importante, poi, introdurre alimenti contenenti acidi grassi insaturi, come la frutta secca, in particolare quando al fegato appesantito si associano sintomi come stitichezza e mancanza di energia. Consigliabile il consumo di frutta dalle proprieta’ disintossicanti come limoni, fichi, mele e uva e un buon quantitativo di acqua”.

Per l’esperta i cibi utili a purificare l’intestino sarebbero quelli di facile assorbimento, contenenti fibre associate a grosse quantita’ di acqua e vitamine. “Devono avere, inoltre, discrete quantita’ di magnesio e zinco, oligoelementi che favoriscono sia la motilita’ del tratto superiore dell’intestino, sia la vitalita’ della flora batterica benefica. Ne sono un esempio mele, pere, uva, anche sottoforma di centrifugati o frullati“, ha detto Campana.

Via libera anche alle tisane. “Sono utilissime – sottolinea la dietista nutrizionista – per depurarsi come, ad esempio, quella al finocchio. alla betulla o alla malva”. Infine, un’alimentazione detox favorisce la rigenerazione della pelle. “Un’idratazione ottimale della pelle che arrivi dall’interno del corpo e’ la base per avere un aspetto gradevole e salutare“, sottolinea Campana.