Felice anno nuovo! In Liguria San Silvestro sulla neve tra rifugi e ciaspolate

MeteoWeb

Felice anno nuovo! Rifugi aperti, prenotazioni sold out e quest’anno complice la neve sono in tanti, liguri e turisti, che passeranno un Capodanno ‘montanaro’ sulle alture dove da Levante a Ponente rifugi e alberghi ma anche locali e ristoranti si sono attrezzati per regalare l’emozione di un San Silvestro da alta montagna, ma con vista sul mare.

La sorpresa più grande, il gran finale del 2017, è stato l’arrivo di abbondanti nevicate che dopo anni sono tornate ad imbiancare sotto Natale le alture della Liguria con piste da sci e impianti aperti a pochi chilometri di auto dalle riviere con tanti eventi pensati anche per chi questa sera sceglierà uno scenario ‘alternativo’, lontano da discoteche e caos urbano. “Quest’anno avevo già chiuso iscrizioni prima di Natale, abbiamo oltre 90 prenotazioni e l’escursione serale è spettacolare,  da qui si vede tutto il golfo”, racconta all’Adnkronos Mirella Mazza responsabile del rifugio Prato della Cipolla nel comune di Santo Stefano D’Aveto a 1012 metri d’altezza sul livello del mare, una delle due stazioni sciistiche della Liguria situata nell’interno del levante genovese.

Il rifugio, che esiste dal 2009, questa sera sarà aperto per un cenone con escursione notturna.”Lo facciamo tutti gli anni – continua Mazza – ma quest’anno è stata una sorpresa perché dopo 8 anni sono caduti 50 centimetri di neve sotto Natale e dall’altro ieri anche gli impianti sono aperti, l’atmosfera è particolarmente suggestiva”. Partenza prevista da Rocca d’Aveto nel pomeriggio e poi la salita verso il rifugio.”

Si parte in seggiovia – prosegue ancora il gestore del rifugio – con ritrovo al Prato della Cipolla dove offriremo vin brulé a tutti i partecipanti. Poi è prevista nel tardo pomeriggio l’escursione in ciaspole con le torce e la guida, andranno al Groppo Rosso che è una vetta della zona. Ritorno alle 19.30 e alle 20 si comincia con l’aperitivo, alle 21 il via al cenone con brindisi di mezzanotte , festa e poi discesa a piedi fino a Rocca D’Aveto”.

Il rifugio, che esiste dal 2009, questa sera sarà aperto per un cenone con escursione notturna.”Lo facciamo tutti gli anni – continua Mazza – ma quest’anno è stata una sorpresa perché dopo 8 anni sono caduti 50 centimetri di neve sotto Natale e dall’altro ieri anche gli impianti sono aperti, l’atmosfera è particolarmente suggestiva”. Partenza prevista da Rocca d’Aveto nel pomeriggio e poi la salita verso il rifugio.”Si parte in seggiovia – prosegue ancora il gestore del rifugio – con ritrovo al Prato della Cipolla dove offriremo vin brulé a tutti i partecipanti. Poi è prevista nel tardo pomeriggio l’escursione in ciaspole con le torce e la guida, andranno al Groppo Rosso che è una vetta della zona. Ritorno alle 19.30 e alle 20 si comincia con l’aperitivo, alle 21 il via al cenone con brindisi di mezzanotte , festa e poi discesa a piedi fino a Rocca D’Aveto”.