Geotermia a bassa e media entalpia: rischi e conseguenze

MeteoWeb

Oggi 18 dicembre ad Arcidosso si è svolto l’incontro dei rappresentanti degli Enti Pubblici nella sede dell’Unione dei Comuni Montani Grossetani.

L’incontro è stato dedicato alla presentazione del nuovo bando regionale per il sostegno alla realizzazione di progetti di “efficientamento energetico degli immobili pubblici” (POR FESR 2014-2020 – bando pubblicato su BURT n. 30, supplemento 105, parte III – 26 luglio 2017).

La Regione Toscana con Decreto Dirigenziale n. 10360 del 14 luglio 2017, ha approvato il bando Por Fesr 2014-2020 – Progetti di efficientamento energetico degli immobili pubblici (allegato 1 del decreto).

L’obiettivo è la realizzazione dell’efficienza energetica per gli immobili pubblici. Vi sono varie opportunità di finanziamento e soluzioni tecniche disponibili per gli Enti Pubblici che rappresentano i potenziali beneficiari, che devono essere localizzati all’interno del territorio regionale.

Possono presentare domanda solo i seguenti soggetti pubblici: Enti Locali quali Comuni, Province, Città Metropolitane, Unioni di Comuni; Aziende Sanitarie Locali e Aziende Ospedaliere.

Come Comitati siamo molto preoccupati, perché nell’elenco delle varie possibilità di produrre energia, salta di nuovo fuori la geotermia a bassa e media entapia. Nell’allegato 1 al punto 3.1 leggiamo: “Tipologie di interventi ammissibili alla lettera B: al punto 2b) impianti geotermici a bassa e media entalpia”. Siamo già impegnati a opporci agl’impianti geotermici “Flash” e agl’impianti a circuito chiuso sul Monte Amiata.

Come ambientalisti avevamo già informato i cittadini di quest’eventualità, e dei rischi che derivano dalla geotermia, nell’incontro pubblico tenuto a Grosseto il 3 ottobre 2017 – sul nostro blog è anche possibile vedere il video della diretta dell’incontro.

.Come Comitati ribadiamo che siamo fermamente contrari alla geotermia, sia essa a bassa, media o alta entalpia, peggio che mai qualora in abbinamento con impianti di Biomasse, Biogas e Pirogassificatori. Abbiamo tenuti diversi incontri pubblici, per spiegare i rischi legati alla geotermia. qui troverete le informazioni della diffida che abbiamo presentata ai Comuni.

Invitiamo i cittadini, i comitati, le associazioni, le aziende, le attività commerciali, chiunque ama e vuol difendere questo territorio, le sue bellezze, il paesaggio, la salute, i prodotti locali di pregio, a collaborare e ad aderire alle iniziative che stiamo portando avanti sul territorio. È necessario organizzare e coordinare meglio le varie iniziative, per essere più efficaci nelle azioni da intraprendere, superando la scarsa informazione riguardo questi problemi e argomenti, consentendo così ai cittadini di conoscere gli strumenti disponibili