Maltempo, Napoli: stazione metro aperta di notte per i senza fissa dimora

MeteoWeb

Scatta l’emergenza freddo a Napoli. In vista del previsto calo delle temperature, l’Amministrazione comunale, su richiesta dell’assessore Roberta Gaeta, ha predisposto con l’Anm (Azienda napoletana mobilità) l’apertura notturna della stazione Museo della Linea 1 della Metropolitana, con l’obiettivo di accogliere i senza fissa dimora.

“Come per gli anni scorsi – spiega Gaeta – già dall’inizio dell’inverno siamo stati tempestivi nel fronteggiare l’emergenza freddo con un programma coordinato e strutturato di azioni volte a garantire la tutela delle persone in situazione di estrema fragilità. Ringrazio il presidente Anm Ciro Maglione per la sensibilità mostrata: il nostro obiettivo è quello di tutelare le persone che vivono ai margini”.

Oltre all’apertura delle stazioni della metropolitana, finché non termineranno le ondate di gelo, “prevediamo l’intervento delle tre Unità mobili di strada già attive sul territorio accanto alla Centrale operativa sociale al fine di fornire supporto, accoglienza, informazioni, sostegno, pasti caldi e coperte a chi ne ha più bisogno”, aggiunge Gaeta.

L’azienda idrica napoletana Abc (Acqua bene comune), in vista del brusco abbassamento delle temperature previsto nelle prossime ore ricorda ai cittadini di “porre particolare attenzione alle corretta conservazione dei contatori dell’acqua, nel rispetto di quanto previsto nel regolamento di distribuzione e nelle condizioni generali del contratto”.

Abc ricorda che “è necessario proteggere i contatori maggiormente a rischio (ovvero quelli collocati all’esterno dei fabbricati, in locali non isolati dal freddo o in abitazioni utilizzate raramente) rivestendoli con materiale isolante”, e invita i cittadini a “eseguire un controllo periodico degli impianti aerei privati in modo tale da evitare che il congelamento dell’acqua in tali impianti generi aumenti di pressione con conseguente rottura dei contatori. Laddove non si riescano ad eseguire interventi preventivi strutturali, alla luce dell’eccezionalità dell’evento, si invitano i cittadini a lasciare scorrere un lieve flusso d’acqua da uno dei rubinetti soprattutto nelle ore notturne”.