Maltempo, situazione drammatica in Liguria: tracima il fiume Entella, tromba d’aria su Genova, venti a 165 Km/h e famiglie evacuate

MeteoWeb

Giornata davvero complicata per la Liguria, dove l’allerta rossa dovuta al maltempo sta causando diversi problemi sia nel Genovese che in altre parti della regione.

Tracima il fiume Entella a Chiavari

Il fiume Entella a Chiavari (Genova) ha tracimato dopo aver raggiunto i livelli di guardia ingrossato dai suoi principali affluenti, il Lavagna e lo Sturla, che raccolgono la pioggia dell’intera vallata. Spettacolare la portata d’acqua alla foce dove il fiume trova una imponente mareggiata che di fatto ne impedisce parzialmente il deflusso. Anche a Riva Trigoso onde di sei metri impediscono alle acque del torrente Petronio di defluire provocando una progressiva erosione del litorale.

La situazione del fiume Entella sta peggiorando di ora in ora. Per questo il Comune attraverso tutti i sui canali ha invitato ad abbandonare tutte le abitazioni site ai piani bassi nelle zone vicine alla foce del fiume e a non raggiungere box o scantinati per mettere in salvo beni materiali. L’allarme e’ dunque scattato: vigili urbani, protezione civile, carabinieri, guardia di finanza, capitaneria di porto e vigili del fuoco sono in stato di allerta massima per fronteggiare eventuali esondazioni dovute alla concomitanza della mareggiata e della piena del fiume.

Famiglie evacuate nello Spezzino

Inoltre 32 famiglie sono state invitate a lasciare le loro case per il progressivo innalzamento delle acque dei torrenti Vara e Magra, nello spezzino. Due famiglie a Carro (La Spezia) che vivono vicino all’alveo del Vara e 30 famiglie che stanno al primo piano di abitazioni sull’alveo del Magra a Ameglia (La Spezia) si aggiungono cosi’ agli oltre 30 sfollati di Cassana e san Rocco, sempre nello spezzino.

Il torrente Vara ha superato il primo livello di guardia e si avvicina al secondo mentre il Magra sta raggiungendo il primo livello di guardia e potrebbe avere un’onda di piena in serata. Secondo i dati forniti da Arpal sullo spezzino sta piovendo ininterrottamente da almeno 26 ore: il terreno e’ completamente saturo e i due grandi bacini di Vara e Magra potrebbero non sopportare lo stress. Sfollate anche 23 famiglie residenti nella cosiddetta ‘zona rossa’ del Comune di Ceriana, nell’entroterra di Sanremo per il rischio frane. Le evacuazioni sono state disposte con ordinanza del sindaco Bruna Rebaudo.

Vento fino a 165 Km/h

Una bufera di vento, un libeccio misto ad ostro, sta spazzando da ore la provincia di Genova e il resto della Liguria: dai rilevamenti dell’Arpal il record e’ stato segnalato nell’entroterra del lago di Giacopiane (nel comune di Borzonasca, in Val d’Aveto) dove alle 16,30 si e’ registrata una raffica di 165 km/h. A Casoni di Suvero, nel comune spezzino di Zignago, le raffiche si sono fermate a 90 km/h. Vento forte anche a Genova che nel pomeriggio ha investito la zona della Foce, all’altezza di villa Croce, facendo pensare ad una tromba d’aria. Li’ la raffica piu’ forte e’ stata segnalata alle 17,10 e ha raggiunto i 75 km/h, con una media di 50 Km/h.

Tromba d’aria su Genova

Nel tardo pomeriggio, nel capoluogo ligure, una tromba d’aria si è abbattuta sulla zona del porto.  Le raffiche di Libeccio e venti da Sud ovest hanno toccato i 70 chilometri all’ora e hanno reso necessaria la chiusura della strada sopraelevata in direzione Levante.