Maltempo Veneto, Bottacin: “Buona notizie, riconosciuta l’emergenza per le calamità estive” 

MeteoWeb

Dal consiglio dei ministri e’ arrivata la conferma della dichiarazione dello stato di emergenza richiesto dalla Regione Veneto per tre gravi eventi calamitosi accaduti in Veneto, nei mesi estivi: il primo a fine giugno, quando pioggia e grandine colpirono il bellunese e la Pedemontana, e in modo particolare Enego e Vittorio Veneto; il secondo, il 4 e 5 agosto, quando un violento nubifragio su Cortina D’Ampezzo e la valle del Boite ha provocato smottamenti e frane provocando la morte di una donna, ad Alvera’; ed infine l’anomala tromba d’aria del 10 agosto che ha sconvolto il Delta del Po e parte del litorale veneziano, abbattendosi in particolare sui campeggi del comune di Cavallino-Treporti.

“Una buona notizia e’ arrivata dal governo prima di Natale – commenta Gianpaolo Bottacin, assessore regionale alla Protezione Civile – Il riconoscimento dello stato di emergenza per i tre eventi, determinati delle eccezionali avversita’ atmosferiche, lascia ben sperare per il ristoro dei danni subiti da persone e imprese”.