Natale, vivere con l’epilessia: sotto l’albero un docufilm per riflettere

MeteoWeb

Approfittare del Natale per riflettere, pensando a chi convive ogni giorno con una malattia come l’epilessia. La Fondazione Epilessia Lice onlus ha scelto proprio il 25 dicembre condividere, in prima visione sui social (alle 12), il docufilm ‘Dissonanze’. Un titolo scelto perché, in musica, la dissonanza è un effetto che genera disarmonia così come nella vita reale alcune malattie possono rompere l’armonia. L’epilessia è una di queste, una malattia dai mille volti raccontata in ‘Dissonanze’ da Lucrezia e Francesco, entrambi amanti della musica.

I due ‘attori’ del documentario, due pazienti con forme serie di epilessia, raccontano la loro vita, le difficoltà incontrate in ambito sociale, le loro tristezze e speranze. Francesco ha tirato fuori il suo coraggio, sottoponendosi a una complicata operazione chirurgica, da 2 anni non soffre più e può finalmente ritornare a guidare la sua amata automobile, si sente libero. Lucrezia convive ancora con il suo male, ma la sua energia esplosiva è più forte e irradia chi le sta intorno.

La verità è che le storie come quelle di Lucrezia e Francesco sono molte: l’epilessia si manifesta in forme molteplici e è una delle malattie neurologiche croniche più diffuse, con circa 500 mila persone affette in Italia e 30-50 mila nuovi casi l’anno, spiega in una nota la Fondazione Epilessia Lice onlus, realtà che è parte integrante della Lega italiana contro l’epilessia, associazione composta da medici e operatori sanitari dediti prevalentemente alla diagnosi e terapia dell’epilessia.

Gli esperti ricordano che nel febbraio 2016 l’Organizzazione mondiale della sanità ha indicato questa malattia come una delle priorità in campo di ricerca e assistenza. Chi soffre di epilessia, raccontano dalla Fondazione, a parte le problematiche di ordine diagnostico e terapeutico (il 30% delle forme è intrattabile) è soggetto a “comportamenti stigmatizzanti” a livello sociale e a limitazioni in vari ambiti (scuola, lavoro, guida, sport). Tanti “i pregiudizi” che ancora resistono e “creano problemi alle famiglie e ai pazienti”. E tanti anche i richiami internazionali affinché si mettano in atto nei vari Paesi “disposizioni pratiche che facilitino la lotta alla discriminazione”. Per poter guardare il docufilm in prima visione assoluta, basta collegarsi alla pagina Facebook oppure al canale Youtube della Fondazione Epilessia Lice.