Natale, Esercito: “18mila in attività per la sicurezza all’Italia e all’estero”

MeteoWeb

In 7mila impegnati costantemente all’interno dei confini nazionali nel presidiare il territorio e le principale aree metropolitane con l’operazione “Strade Sicure”, in concorso alle forze dell’ordine; in 4mila sono schierati all’estero, nell’ambito di missioni internazionali a guida NATO, ONU o Unione europea, con compiti di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione delle aree piu’ martoriate del mondo; altri 7.000 in cosiddetta ‘prontezza’ d’intervento.

Totale: 18mila militari – uomini e donne – dell’Esercito italiano che anche durante queste festivita’ natalizie continueranno nel loro impegno, in differenti contesti, sia in Italia sia in 21 Paesi esteri, per contribuire alla sicurezza. Fuori dai confini nazionali, sono il Libano, l’Afghanistan e l’Iraq (dove l’Italia ha partecipato alla coalizione anti Daesh con un contingente militare che in termini di uomini e mezzi impiegati e’ il secondo al mondo, dopo quello degliUsa), i teatri operativi dove e’ piu’ consistente la presenza dei militari italiani.

A questi Paesi vanno aggiunti Somalia e Mali, dove i militari italiani addestrano le forze di sicurezza locali, e il Kosovo dove, peraltro, l’Italia dal 2013 detiene la leadership della missione Nato-Kfor. Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Danilo Errico, nel consueto videomessaggio natalizio, diffuso sull’account Facebook e sulle altre piattaforme social e web della forza armata, ha rivolto il proprio augurio a tutto il personale, militare e civile, in servizio e non, di ogni ordine e grado.

Durante il suo intervento, il gen. Errico ha poi sottolineato “sono orgoglioso di cio’ che avete fatto e in particolare di come avete assolto tutti i compiti che ci sono stati assegnati, sempre in silenzio con il consueto impegno e senso del dovere, senza mai lesinare energie e fedeli al giuramento prestato”.