Terremoto: attività commerciali ferme a Castelluccio 

MeteoWeb

“Ristoratori, commercianti e albergatori di Castelluccio di Norcia sono allo stremo, dopo 16 mesi dalla prima scossa le loro attivita’ sono ancora ferme, fatta eccezione per i due mesi estivi in cui alcuni ristoratori hanno lavorato sotto la tensostruttura”: a fare il punto della situazione con l’ANSA, e’ Gianni Coccia, portavoce della comunita’ del borgo.

“Non si puo’ andare avanti con le sole promesse – dice – vogliamo delle risposte e delle date certe, in particolare per i commercianti, i ristoratori e i caseifici. Vogliamo conoscere il giorno esatto in cui verra’ consegnato ad esempio il cosiddetto ‘deltaplano’ (la struttura che ospitera’ i ristoranti del paese ndr.) e le altre delocalizzazioni”.

“Nei prossimi giorni – annuncia Coccia – consegneremo alla Regione Umbria e al Comune di Norcia un documento con richieste specifiche in tal senso. Se poi gli eventuali impegni non verranno rispettati daremo vita a delle forme di protesta“. Il portavoce si dice invece soddisfatto per come sono andate le vendite della lenticchia e degli altri prodotti tipici del territorio: “Abbiamo venduto tutto e questo grazie al grande cuore degli italiani che continuano a starci vicino e a sostenere le nostre aziende”.