Terremoto, De Micheli: “Sulle casette chi ha sbagliato paghi”

MeteoWeb

“Abbiamo un monitoraggio settimanale della Protezione civile, e abbiamo istituito una procedura proprio per le segnalazioni. Abbiamo rilevato alcuni problemi fisiologici e, in un caso, un problema di errore strutturale di progetto. Le aziende, comunque, sono tenute da contratto a risolvere i problemi totalmente a spese loro”. Lo dice il Commissario alla ricostruzione post terremoto Paola De Micheli, intervistata da QN, parlando delle ‘casette’.

Quanto allo snellimento delle procedure burocratiche, assicura che i risultati “arriveranno nelle prossime settimane. Sulla ricostruzione privata si potra’ misurare il cambio di passo. E, sulla pubblica, mi aspetto da parte degli enti coinvolti una sana e competitiva corsa per mettere a gara i progetti fondamentali per le comunita'”.

De Micheli sottolinea che “i governi Renzi e Gentiloni hanno garantito abbondanti risorse. A dimostrazione di questo, giovedi’ la cabina di regia ha approvato un piano investimenti per 940 milioni di cui 780 per tutte le scuole danneggiate dentro e fuori il cratere e altre opere pubbliche richieste dai sindaci, e il finanziamento per altri 160 milioni per tutti gli interventi di edilizia residenziale pubblica. Per il 18 gennaio approveremo poi il piano caserme e il piano spese per quasi 400 milioni, e a febbraio via ai finanziamenti per il dissesto idrogeologico e il piano idraulico dei Comuni piu’ esposti ai rischi”.