Catania, muore a 4 anni dopo il trapianto di midollo: aperta un’inchiesta

MeteoWeb

La procura di Catania ha aperto un’inchiesta sulla morte di una bimba di 4 anni e mezzo deceduta in un ospedale del capoluogo etneo. La piccola, affetta da talassemia, sei mesi fa era stata sottoposta a trapianto di midollo osseo a Roma. Il decesso e’ avvenuto il 15 marzo dopo il ricovero avvenuto nove giorni prima. Il sostituto procuratore della Repubblica Martina Bonfiglio ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, senza iscrizione di indagati, e contemporaneamente ha disposto l’autopsia che e’ stata effettuata mercoledì scorso.

Sequestrate le cartelle cliniche nell’ospedale di Roma e in quello di Catania. L’inchiesta e’ stata avviata sei giorni dopo la morte della bimba: e’ stata la mamma a rivolgersi alla magistratura per fare luce su una vicenda iniziata sei mesi fa nel nosocomio romano.

Sottoposta a trapianto di midollo osseo la bimba era in condizioni discrete quando e’ tornata a Catania e ha iniziato ad accusare febbre. La madre ha cosi’ deciso di riportarla a Roma per dei controlli e i medici hanno riscontrato una cistite che, curata, e’ stata definita risolta. Una volta a Catania la bimba ha continuato, pero’, ad avere la febbre e il 6 marzo e’ stata ricoverata: la febbre non e’ scesa e sono intervenuti anche dolori addominali. Passati i giorni e dopo ripetute analisi cliniche, la bimba il 15 marzo e’ morta.