Maltempo Firenze: albero cade su un’auto in transito, conducente sotto shock

MeteoWeb

Un grosso albero è caduto sul viale Galilei a Firenze e ha colpito un pick up in transito. Il conducente, un uomo di 49 anni, è rimasto in stato di shock per l’accaduto ed è stato trasportato in via precauzionale in codice giallo all’ospedale di Careggi. Sul posto i vigili del fuoco, la polizia municipale e i tecnici del Comune.

E’ un ippocastano l’albero caduto nel primo pomeriggio di oggi nel viale Galileo. L’albero caduto, alto una dozzina di metri, ha invaso interamente la carreggiata. Sul posto le pattuglie della polizia municipale, i vigili del fuoco ed i tecnici dell’assessorato all’ambiente che hanno coordinato il lavoro dei boscaioli del Comune.

La circolazione, interrotta intorno alle 14.45, è stata riaperta alle 16 terminate le operazioni di rimozione dell’albero. L’ippocastano era contrassegnato con la lettera C delle cosiddette ‘classi di propensione al cedimento’: controllato nel 2017 doveva essere sostituito insieme ad altre 24 piante della stessa specie e del medesimo filare nell’ambito di un più ampio piano.

Il progetto di sostituzione complessivo, che riguarda 134 alberi e la messa a dimora di 216 piante, prevede un investimento di 350mila euro ma il Comune è in attesa dell’autorizzazione della commissione paesaggistica. Secondo i primi accertamenti la pianta potrebbe aver ceduto per il forte vento: oggi era allerta meteo arancione. La raffica più forte intorno alle 13.15 quando la stazione del Consorzio Lamma Cnr-Ibimet ha registrato una velocità 64,4 chilometri all’ora.

“Questo evento – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Alessia Bettini – conferma che il mutamento radicale delle condizioni meteorologiche di questi ultimi anni aggrava il rischio di caduta di alberi e che il piano del Comune di sostituzione delle piante della città, soprattutto lungo le arterie stradali e nelle aree verdi pubbliche, deve andare avanti senza alcuna esitazione”.

“Anche le misure di cautela di chiusura dei giardini a causa del forte vento, prese oggi per tutta la giornata, si sono rivelate corrette – ha aggiunto – Firenze sta realizzando il più ambizioso e impegnativo piano di sostituzione e messa a dimora di piante degli ultimi 30 anni. Anche per questo si confermano i prossimi tagli e messe a a dimora degli alberi su lungarno Aldo Moro”.

“La sicurezza viene prima di ogni cosa – ha concluso l’assessore Bettini – e nessuno può permettersi assolutamente di mettere a rischio la vita delle persone, né alimentare polemiche pretestuose per impedire o rallentare l’azione degli uffici dell’ambiente nell’opera di riqualificazione del patrimonio arboreo della nostra città. Non ci si ferma di fronte a niente quando in gioco c’è l’incolumità dei nostri cittadini e la tutela dell’ambiente”.