Tecnologia: un visore di realtà virtuale e aumentata nel futuro di Apple

MeteoWeb

Grandi novità in casa Apple: la casa di Cupertino sta lavorando a un visore in grado di gestire applicazioni di realtà virtuale e di realtà aumentata. L’indiscrezione trapela dal sito cnet, il quale spiega che questo particolare visore integra due schermi da 8K ciascuno, scollegato da uno smartphone o da un qualsiasi tipo di PC.

Il visore potrebbe debuttare sul mercato nel corso del 2020 e al momento è riconosciuto con il nome in codice interno di T288. La mancanza di collegamento ad un PC potrebbe far presagire l’assenza di cavi, ma con molte probabilità sarà presente una tecnologia di trasmissione Wireless che garantirà la possibilità di delegare a un PC esterno tutta la potenza di elaborazione necessaria per pilotare i due schermi.

Molti i dubbi sulla realizzazione di questo visore, tra cui l’applicazione contemporanea di due tecnologie che richiedono approcci completamente diversi. Mentre la realtà virtuale implica la creazione di un ambiente completamente virtuale appunto, che viene proposto agli occhi dell’utilizzatore, la realtà aumentata parte dalla realtà fisica per fornire informazioni e servizi addizionali da implementare sul mondo che circonda l’utilizzatore. Dal punto di vista tecnologico supportare entrambe le tecnologie non è semplice.