Vaccino singolo contro il morbillo non autorizzato in Italia 

MeteoWeb

Nonostante ancora molti genitori ne facciano richiesta presso medici e asl, attualmente “non sono autorizzati in Italia” i vaccini singoli contro morbillo, rosolia, parotite, così come quelli contro difterite o pertosse. Queste vaccinazioni quindi possono esser somministrate solo in soluzioni combinate.

A ribadirlo, e’ l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) che, in occasione della Settimana Europea dell’immunizzazione, ha pubblicato per la prima volta sul portale web l’elenco dei vaccini inclusi nella legge 119/2017 o decreto vaccini. Gli elenchi consentono di accedere, tramite link diretto alla Banca Dati Farmaci Aifa, al Foglio Illustrativo e al Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto di ciascun vaccino disponibile.

Dalla lista si apprende tra l’altro che i vaccini monocomponenti, ovvero che immunizzano solo contro una malattia, sono disponibili invece per polio, tetano, epatite B, hamophilus B, varicella, pneumococco, meningococco B e C, rotavirus. Contestualmente, l’Aifa ha inaugurato anche la sezione “Vaccini” del portale, che fornisce informazioni sui vaccini e sulle attivita’ svolte per garantirne qualita’, sicurezza ed efficacia lungo l’intero ciclo di vita, dalla sperimentazione clinica fino all’uso nella popolazione.

“Un’informazione corretta, trasparente ed efficace – afferma il dg dell’Aifa Mario Melazzini, in un editoriale pubblicato sul portale – e’ l’unico strumento, per una Istituzione pubblica, in grado di contrastare la disinformazione dilagante e soprattutto l’esitazione vaccinale”. Per questo motivo, “se vi informate attraverso il web controllate sempre che le informazioni provengano da fonti convalidate e autorevoli, soprattutto sui temi della salute e visitate in particolare i siti delle istituzioni pubbliche, delle societa’ scientifiche, delle riviste scientifiche maggiormente accreditate”.