Montagna, valanga nel Bresciano: un morto

MeteoWeb

Una valanga si e’ staccata nel pomeriggio nella zona del Passo Crocedomini, poco distante dal lago di Lavena, in provincia di Brescia. L’uomo recuperato è morto all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Il decesso e’ stato confermato da fonti ospedaliere. La vittima e’ un bresciano residente in Valle Camonica ed era stato estratto dalla neve in arresto cardiaco.

E’ un trentenne di Bienno l’uomo morto in serata all’ospedale di Bergamo, dove era stato portato in elicottero dopo essere stato travolto da una valanga di fondo con un fronte di circa 200 metri e uno scivolamento di circa 400 che si e’ staccata nel tardo pomeriggio di oggi in Val Lavena, sopra Bienno, a 1979 metri di quota.

L’uomo, secondo quanto reso noto dal soccorso alpino, era con altre tre persone e ciascuno di loro aveva la motoslitta. La massa di neve e ghiaccio si e’ staccata da un costone e lo ha travolto; indossava l’airbag e il dispositivo Artva. I compagni hanno iniziato immediatamente le procedure di autosoccorso.

L’uomo si trovava a una profondita’ di oltre due metri. La valanga, di grandi dimensioni in quanto formata da due distacchi distinti, presenta accumuli di circa 15 metri con voragini e blocchi di ghiaccio. Sono stati allertati i tecnici del Soccorso alpino, Stazione di Breno; 12 i tecnici impegnati piu’ un’unita’ cinofila da ricerca in valanga, oltre all’elisoccorso 118, che ha inviato due mezzi da Sondrio e da Brescia.