Genetica, test Dna: “1.4 milioni di italiani nel nostro social ‘genealogico'”

MeteoWeb

“L’Italia è un mercato chiave per MyHeritage e gli italiani sono molto interessati a saperne di più sulla loro storia familiare. Per quanto riguarda il numero di utenti di MyHeritage nel vostro Paese, sono oltre 1,4 milioni: si tratta” però “sia di utenti che hanno inviato i loro dati genetici, sia di quelli che si sono registrati” nel social network “per costruire il loro albero genealogico e accedere ai record storici“.

A illustrare i dati all’Adnkronos Salute è la società MyHeritage, che è nata come ‘social genealogico’ e propone oggi anche un test del Dna per risalire alle proprie origini. Nel nostro Paese ci sono dunque “1.479.000 utenti registrati; 1.074.000 sono gli alberi genealogici costruiti da utenti italiani e 23.538.000 i profili associati a quegli alberi (vivi e deceduti)“, rende noto l’azienda.

Inoltre, nel mondo, al momento “ci sono 1,4 milioni di persone che hanno fatto un test del Dna MyHeritage” o hanno inviato i dati da caricare. E “sono migliaia le persone che eseguono il test ogni giorno, in tutto il mondo, grazie al nostro servizio“.

“Per quanto riguarda i dati – afferma l’azienda – MyHeritage si preoccupa della privacy” degli utenti “e prende ogni precauzione per proteggere le informazioni personali. Utilizziamo una memorizzazione sicura dei dati e impieghiamo più livelli di crittografia sofisticata. Inoltre, al contrario di altre società – si assicura – MyHeritage non venderà né darà in licenza i dati del Dna a terze parti senza il consenso esplicito dell’utente, di cui non ‘possediamo’ il Dna in alcun modo. Solo l’utente ha accesso ai dati grezzi e può richiederne l’eliminazione in qualsiasi momento“.

Per quanto riguarda l’entrata in vigore del nuovo regolamento a protezione dei dati, “con così tante persone che utilizzano i nostri servizi in tutta Europa, siamo conformi al Gdpr”, garantisce in conclusione la società.