Maltempo Oristano: acqua non potabile a causa di pioggia e detriti

Le copiose precipitazioni di queste ultime 72 ore hanno creato complicazioni anche per quanto riguarda la potabilizzazione dell’acqua nell’oristanese.

Piogge e detriti hanno infatti aumentato la torbidità dell’acqua nelle fonti che approvvigionano gli acquedotti di Abbanoa per Oristano e centri limitrofi.

I tecnici del Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione della Assl di Oristano e dall’ente gestore Abbanoa, hanno stato riscontrato che nei Comuni di Oristano (città e frazioni, ad esclusione di Silì), Siamaggiore e Tramatza, l’acqua distribuita presenta eccesso di torbidità tale da considerarsi non accettabile per i consumatori in assenza di disinfettante residuo in rete.

I sindaci hanno quindi emesso di un provvedimento cautelativo che vieta l’uso dell’acqua per scopi alimentari mentre è consentito l’uso domestico e per l’igiene personale fino a nuove comunicazioni. Per il Comune di Oristano, sono escluse dalla restrizione la frazione di Silì, non servita dall’acqua proveniente dalle sorgenti, e le utenze servite da approvvigionamenti idrici autonomi, come ad esempio i pozzi condominiali e ospedale San Martino.