Cibus: domani, martedì 8 Maggio nasce “Filiera Italia”

MeteoWeb

Domani martedì 8 maggio al CIBUS, Salone Internazionale dell’Alimentazione (Parma 7 – 10 maggio 2018), sarà presentata FILIERA ITALIA, la nuova realtà associativa che unisce, per la prima volta, la produzione agricola e l’industria italiane per far crescere il nostro Paese difendendo l’eccellenza, l’unicità e l’autenticità del modello agroalimentare italiano.

L’appuntamento è per martedì 8 maggio alle ore 10.30 presso la Sala Barilla del CIBUS.

Agricoltura e industria uniscono quindi le proprie forze per sostenere e valorizzare il Made in Italy agroalimentare che, grazie alle straordinarie caratteristiche del nostro territorio e al know how degli agricoltori e dell’industria, costituisce un patrimonio che ha raggiunto un valore di 41 miliardi di euro solo con l’export.

Soci promotori di Filiera Italia sono Coldiretti, Ferrero, Inalca/Cremonini e Consorzio Casalasco (Pomì e De Rica) e ancora Bonifiche Ferraresi, Ocrim, Farchioni Olii, Cirio agricola, Donna Fugata, Maccarese, OL.Ma, Giorgio Tesi Group, Terre Moretti (Bellavista) e Amenduni. I valori comuni di questa task force sono l’identità territoriale e il “saper fare” nazionale che da secoli rendono eccellente il modello alimentare italiano, basato sui principi della Dieta Mediterranea, attraverso la combinazione di tutti gli ingredienti utili ad un’alimentazione sana, variata, equilibrata, genuina e “buona”.

FILIERA ITALIA è presente al CIBUS allo Stand C 124 del padiglione 7 – dove alle ore 13,30 sarà presente il Commissario all’agricoltura Phil Hogan 

Nello stand è possibile visitare la più grande esposizione del “Made in Italy rubato”, con le ultime scandalose  novità scovate nei diversi continenti che saranno smascherate nel cuore della food valley italiana.  La prima battaglia di “FILIERA ITALIA” è infatti rivolta alla difesa delle eccellenze nazionali sui mercati esteri dove si è assistito ad un proliferare di attacchi, dall’italian sounding al sistema di etichettatura con i “traffic lights”.