Salute: più danni per i bimbi vittime di fumo passivo di tabacco e marijuana

Gli effetti del fumo passivo (e combinato) di marijuana e tabacco fanno sviluppare, ai bambini, casi di asma, otite media e infezioni respiratorie virali e, conseguentemente, la richiesta di aiuto dei medici del pronto soccorso. E’ quanto emerge da un sondaggio presentato nel corso del Congresso delle Societa’ pediatriche accademiche che si e’ svolto a Toronto.

Si tratta della prima ricerca volta a dimostrare l’impatto notevole tra l’esposizione al fumo passivo di marijuana e la salute dei bambini. L’analisi e’ stata condotta in un ospedale universitario pediatrico in Colorado. I dati raccolti includevano dati demografici sui genitori che si rivolgevano in ospedale, i loro figli e l’uso di tabacco o marijuana.

Il sondaggio ha rilevato che i piccoli che erano a contatto con gli adulti che fumavano entrambe le sostanze avevano una maggiore possibilita’ di andare in pronto soccorso per patologie respiratorie o per l’otite, rispetto a quelli che respiravano i fumi di una sola delle due sostanze.

Gia’ lo scorso anno l’Accademia Usa dei pediatri si era pronunciata contro la marijuana, questa volta con un uso diretto tra gli adolescenti. Secondo un rapporto pubblicato su Pediatrics, infatti, i danni dovuti dall’alterazione delle regioni del cervello legate alla memoria e alla pianificazione sarebbero maggiori fino a 20 anni.