Velisti dispersi: la nave Alpino continua le ricerche 

MeteoWeb

Continua senza sosta la ricerca dei due velisti dispersi nell’oceano Atlantico, tra le Azzorre e l’Europa, da parte di nave Alpino, la fregata multimissione della Marina militare, che domani, sottolinea la Forza armata, “in funzione dell’autonomia logistica residua, riprenderà l’attività programmata”.

L’attività della nave militare, al comando del capitano di fregata Davide Da Pozzo, è iniziata ieri intorno alle 9.00 con l’arrivo nell’area area di operazione definita dalle autorità portoghesi responsabili delle operazioni di ricerca e soccorso sulla base dei dati meteo-marini della zona e della posizione del segnale di allarme lanciato con l’Epirb, l’Emergency position indicating radio beacone.

Per l’attività di ricerca, sottolinea la Marina, nave Alpino si avvale dei più moderni sistemi di sorveglianza in dotazione sia all’unità sia all’elicottero SH90 imbarcato. L’area già perlustrata è pari a più di 1600 miglia quadrate (pari a circa tutta la Valle d’Aosta) nonostante le condizioni meteorologiche non ottimali con presenza di onde di circa 2 metri (mare 4) e vento proveniente da nord.

Il pattugliamento, già svolto anche con oltre 12 ore di volo di elicottero SH90, continua dunque anche oggi su un’area ulteriormente allargata dalle autorità portoghesi fino a oltre 100 miglia nautiche dalla posizione dell’Epirb.