Dieta senza barare: arrivano gli occhiali smart

MeteoWeb

Un paio di occhiali ‘smart’ in grado di tenere traccia di tutto ciò che si mangia potrebbero essere la soluzione per rimanere fedeli alla dieta senza barare. Ne è convinto Edward Sazonov, ricercatore dell’Universita’ dell’Alabama, che presentera’ la sua invenzione fra pochi giorni al meeting della IEEE Engineering in Medicine and Biology Society.

Gli occhiali sono dotati di sensori e accelerometri per capire dai movimenti della bocca quando una persona sta mangiando e con che velocita’ e di una microfotocamera che scatta una fotografia ogni 3-4 secondi per tenere una traccia visuale del cibo ingurgitato.

“Le persone hanno centinaia di app per seguire la dieta, ma c’e’ un grosso problema se si fa tutto da soli – spiega Sazonov -. Immaginiamo di passare per la cucina al lavoro, trovare una coppa di fragole e prenderne un paio. Tireremo fuori il telefono, faremo una foto e aggiorneremo la app? E se la coppa fosse piena di cioccolatini sarebbe lo stesso”.

Avendo l’esatto report di cio che si mangia, afferma l’esperto, diventa piu’ facile modificare eventuali abitudini sbagliate. Quello degli occhiali e’ solo uno dei metodi per rilevare automaticamente cio che si mangia, spiega la rivista Ieee Spectrum.

Circa un mese fa su Pnas gli esperti della Georgia Tech University hanno descritto un sensore, incorporato in una specie di apparecchio per i denti, capace di analizzare in tempo reale il sodio negli alimenti mangiati, comunicandolo in tempo reale allo smartphone. Sulla rivista Advanced Materials invece il gruppo della Tuft University guidato dall’italiano Fiorenzo Omenetto un piccolo sensore che si puo’ incastonare in un dente in grado di analizzare una serie di molecole, dai grassi all’alcol.