Ucciso il cane eroe del terremoto di Amatrice, il proprietario: “Non riesco a comprendere un atto così orribile”

MeteoWeb

E’ stato trovato morto nel giardino di casa, in un paese vicino a L’Aquila, Kaos, il cane eroe di Amatrice e Campotosto: ad ucciderlo un veleno. Non si conoscono al momento le cause del gesto crudele, né si hanno informazioni sull’autore.

Non ho parole, non riesco a comprendere un atto così orribile“, ha dichiarato il proprietario di Kaos, l’aquilano Fabiano Ettorre, dopo la morte del suo cane. L’uomo, addestratore, lo ha ritrovato morto ieri intorno a mezzogiorno, nel giardino di casa a Sant’Eusanio Forconese, a pochi chilometri dall’Aquila. “Era vivo almeno fino alle due del mattino, perché a quell’ora l’ho sentito abbaiare“.

L’avvelenamento del cane eroe Kaos è l’ennesimo, orribile episodio che dovrebbe spingere il Parlamento a trasformare in legge le previsioni dell’ordinanza ministeriale contro i bocconi avvelenati e soprattutto, come prevede la mia proposta di legge, di rafforzare le pene per chi si macchia di gesti simili e più in generale per chi uccide gli animali”: lo dichiara Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente, commentando la notizia dell’avvelenamento del pastore tedesco protagonista di tante operazioni di soccorso, anche nel cratere del terremoto che ha colpito il centro Italia, ad Amatrice, Norcia e Campotosto.