Animali, il Comune di Marsala: “50 euro a chi adotta un randagio dal canile”

MeteoWeb

Favorire l’adozione, da parte di privati, dei cani attualmente ricoverati nella struttura di contrada Ponte Fiumarella. E’ l’obiettivo dell’atto di indirizzo adottato dalla Giunta municipale di Marsala (Trapani), su proposta dell’assessore Anna Maria Angileri, titolare della delega al Canile municipale.

“Il randagismo e il sovraffollamento del nostro canile sono problematiche cui l’amministrazione Di Girolamo ha sempre riservato la dovuta attenzione – precisa l’assessore Anna Maria Angileri -. Da parte nostra abbiamo studiato attentamente la situazione e, come Giunta, abbiamo deciso di adottare un atto di indirizzo che verrà reso operativo dal settore Servizi Pubblici e con il quale è stato stabilito di dare un incentivo a chi adotta un animale in atto ricoverato nel canile municipale“.

L’incentivo proposto dall’Amministrazione è di 50 euro per cane al mese e per un periodo minimo di 3 anni. Ogni privato non potrà adottarne più di due. “Si tratta di animali in buono stato di salute, microchippati e sterilizzati – prosegue l’assessore -. Con questa iniziativa si vuole agire in una duplice direzione: da una parte cerchiamo di ridimensionare il numero dei cani ricoverati in struttura e dall’altra di affidarli a persone che si prenderanno cura di loro a cui corrisponderemo un contributo sulle spese di mantenimento”.