Batterio killer: i genitori chiedono “rispetto per il dolore”

MeteoWeb

“Chiediamo il rispetto del nostro dolore e allo stesso tempo chiediamo agli organi di informazione di non partecipare ai funerali del nostro bambino”.

Così per tramite del loro avvocato Chantal Frigerio, i genitori del piccolo Paolo, il bambino morto all’ospedale di Brescia stroncato da un batterio killer, hanno confermato di voler celebrare i funerali in forma privata.

La Procura dopo l’autopsia ha dato oggi il nullaosta alla sepoltura. Entro meta’ della settimana si svolgeranno le esequie.