Maltempo Taranto: fumo e fiamme dalle torce Eni, “da lontano sembra l’apocalisse”

MeteoWeb

A causa del Maltempo fumo e fiamme si sono sprigionate dalle torce della raffineria Eni di Taranto creando una nube nera che per diversi minuti è stata ben visibile dal quartiere Tamburi fino al territorio di Massafra. Proprio la zona di Massafra e’ stata colpita da un violento nubifragio che ha trasformato alcune strade in fiumi di acqua mista a fango.

La situazione e’ ora tornata alla normalita’. Secondo gli attivisti Luciano Manna di Peacelink e Fabio Millarte del Wwf, che si sono recati nei pressi degli impianti Eni, “il passaggio di una notevole perturbazione ha causato problemi agli impianti della raffineria sino all’attivazione delle torce di emergenza.

Da lontano sembrava l’apocalisse. Non è possibile che questi impianti a ogni pioggia debbano andare in blocco”. Anche nello stabilimento Ilva si sarebbero verificati disagi a causa del temporale. “Abbiamo ricevuto – affermano i due ambientalisti in una nota – molti messaggi di operai che ci comunicano in merito ai reparti allagati, compresa l’officina elettrica”. Gli ambientalisti hanno chiesto all’Arpa Puglia di verificare la natura di un presunto sversamento di sostanze in Mar Grande ed hanno annunciato un esposto alla Procura.