Stelle Cadenti, le Previsioni Meteo per la Notte di San Lorenzo: osservazioni difficili al Nord, condizioni buone al Centro/Sud

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Sarà una Notte di San Lorenzo difficile per le osservazioni delle stelle cadenti al Nord Italia: le piogge, i temporali e la nuvolosità provocate dalla brusca perturbazione atlantica in arrivo sull’Europa centrale comprometteranno la visibilità della volta celeste. Al Centro/Sud invece il cielo dovrebbe rimanere in prevalenza sgombero da nubi, nonostante i temporali pomeridiani che oggi pomeriggio interesseranno molte aree appenniniche. Le nubi si diraderanno intorno al tramonto liberando così la visibilità del cielo nelle ore notturne.

Ma per un’ottima osservazione bisogna considerare anche l’inquinamento luminoso: da questo punto di vista, le zone migliori sono Alicudi e Filicudi alle isole Eolie, la zona più settentrionale dell’Alto Adige al confine con l’Austria, la Sardegna, soprattutto a metà della costa est, la Maremma toscana verso il grossetano e da alcune zone della Basilicata.

Molto più difficile, invece, a prescindere dalle condizioni meteo, osservare le stelle cadenti dalla Val Padana o dalle grandi città come Roma, Napoli, Torino e Milano, dalla valle dell’Arno o in Puglia (Gargano a parte). Vita dura per gli appassionati italiani di astronomia e per chi, più semplicemente e secondo tradizione, non rinuncia ad esprimere desideri. Perché l’inquinamento luminoso (l’eccesso di illuminazione che compromette la visione nitida della volta celeste) complica un po’ le cose, soprattutto in Italia. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: