Salute, il direttore di Aifa: “Con me aumentati i trattamenti per l’epatite C”

MeteoWeb

Da quando Mario Melazzini è stato nominato direttore generale dell’Aifa il trattamento per l’epatite C è stato garantito a quasi 84mila pazienti. Lo sottolinea lo stesso Melazzini nel suo post di saluto.

“Da quando sono direttore generale di Aifa, nel periodo da gennaio 2017 a oggi – scrive Melazzini – il trattamento di 83.953 pazienti è costato allo Stato circa 416 milioni di euro. In precedenza, dal 2014 a dicembre 2016, la spesa era stata pari a 1.885 milioni per il trattamento di 64.633 pazienti; ma è giusto ricordare che chi fece quella trattativa la fece nel confronto con una sola azienda proprietaria del farmaco salvavita”.

Melazzini rivendica altri risultati della sua gestione. “Sono molto orgoglioso – scrive – dell’accelerazione che abbiamo ottenuto nel percorso dell’approvazione dei nuovi farmaci, e in particolare quanto e’ accaduto ad esempio per Spinraza (nusinersen) il primo farmaco per il trattamento per la Sma (Atrofia Spinale Muscolare). In un climareso terribile dalle fake news della propaganda antiscientifica, abbiamo realizzato una vera trasparenza tornando a pubblicare in una forma comprensibile a tutti il Rapporto Vaccini e il Rapporto Osmed sul consumo dei farmaci. Abbiamo lavorato sodo sul “Payback”, meccanismo assai complesso, con conti e dati a volte non corretti anche perché troppo complicati metodologicamente. Abbiamo fatto ordine, siamo sulla strada giusta”.