Terremoto Molise, il presidente Ingv: “Sismi più frequenti che nel periodo 1990-2009”

MeteoWeb

Il terremoto di magnitudo compresa fra 5.1 e 5.2 avvenuto in Molise è l’ultimo di una serie di eventi con una frequenza maggiore rispetto a quella registrata nel periodo compreso fra il 1990 e il 2009. Lo ha rilevato il presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Carlo Doglioni. Un periodo di terremoti intensi e frequenti, ha aggiunto, e’ stato quello compreso fra il 1904 e il 1920.

“E’ solo un’osservazione – ha rilevato – e non ci sono al momento elementi per trarre conclusioni e stabilire che una situazione simile a quella dell’inizio del ‘900 potrebbe ripetersi. Sicuramente serve una maggiore conoscenza dei terremoti“.

A partire dal 2009, l’anno del terremoto de L’Aquila, in Italia la terra ha tremato in Emilia Romagna nel 2012 e poi a Amatrice, Norcia e Campotosto. Sono stati eventi importanti, ma fortunatamente non catastrofici come alcuni dei 15 terremoti avvenuti fra il 1904 e il 1920: basti pensare a quello di Messina del 1908 e a quello della Marsica del 1915.