Thailandia: tornano a scuola i ragazzi rimasti intrappolati nella grotta

MeteoWeb

I ragazzi thailandesi rimasti bloccati per 18 giorni nella grotta di Tham Luang, nel nord della Thailandia, lo scorso giugno, sono tornati oggi a scuola.

Lo hanno reso noto i funzionari locali, spiegando che alla scuola Prasitsart di Mae Sai, nella provincia di Chiang Rai, frequentata da sei dei 12 giovani membri della squadra di calcio dei “cinghialotti”, hanno ricevuto un caloroso benvenuto in una cerimonia contrassegnata da preghiere buddiste.

Vestiti con le loro rispettive divise scolastiche, i ragazzi hanno anche ricevuto magliette della squadra tedesca del Bayern Monaco da un rappresentante del club.

Dopo il salvataggio, lo scorso 10 luglio, i giovani sono prima stati curati in ospedale e poi, trascorsa un’altra settimana a casa, sono entrati per nove giorni in un monastero buddista – il tempio di Pha That Doi Wao – come un atto di gratitudine per la loro salvezza. Unica eccezione il quattordicenne Adul Sam-on che, essendo cristiano, non ha partecipato al ritiro, conclusosi sabato.