Allarme “Uragano Mediterraneo” sul mar Jonio, rischio disastro tra Italia e Libia. La nave Aquarius con 58 immigrati: “ci serve un porto sicuro con urgenza”

MeteoWeb

In questo momento abbiamo 58 persone a bordo soccorse tra giovedi’ e sabato. Abbiamo avuto bel tempo, situazioni ideali per le partenze. Le condizioni meteo stanno peggiorando e nelle prossime ore aspettiamo mare con onde fino a 5 metri. Per questo diventa importante e fondamentale trovare un porto per sbarcare in sicurezza tutte queste persone“. Lo afferma uno dei soccorritori dell’Aquarius in un video su Twitter. “Abbiamo tentato piu’ volte di andare verso nord per uscire dalla zona Sar – spiega il soccorritore – ma siamo stati richiamati indietro da soccorsi che non sono stati poi terminati a causa di una mancanza completa di coordinamento con la guardia costiera libica che non ha mai risposto alle nostre chiamate di soccorso. Siamo dovuti passare attraverso la guardia costiera italiana che pero’ non ha poi preso in carico la situazione“. Durante il video, il soccorritore parla anche del caso della bandiera. “Panama, sotto pressioni italiane, ci vuol far revocare la bandiera – sottolinea -. Le accuse che ci vengono rivolte sono quelle di non aver consegnato le persone soccorse ai libici. Facendo questo noi avremmo violato la convenzione di Amburgo e la convezione di Ginevra. La realta’ che viene raccontata e’ molto diversa dalla realta’ dei fatti“.