Clima, l’Omm mette di guardia: c’è il 70% di probabilità di un El Niño entro fine anno

MeteoWeb

L’Organizzazione meteorologica mondiale(Omm) avverte che esiste il 70% di probabilità che entro l’anno si scateni un nuovo El Niño, con aumento della temperatura superficiale del mare al largo delle coste del Perù e dell’Ecuador e successivamente con fenomeni meteorologici particolarmente intensi, prima nelle zone circostanti e poi su scala mondiale.

Non è ancora possibile valutare l’intensità del fenomeno ma è plausibile pensare che potrebbe essere di forte intensità. El Niño, o oscillazione australe, esercita una grande influenza sulle condizioni meteorologiche di numerose regioni del mondo, con forti piogge, inondazioni, siccità, e incidendo sulla media temperatura.

L’Omm ricorda come il 2018 si sia aperto con un ‘la Nina’ di bassa intensità che non è riuscita però ad attenuare il riscaldamento globale. I mesi di maggio e luglio hanno segnato temperature superiori alla media un po’ ovunque a cui si sono sommati fenomeni meteorologici estremi come l’ondata di calore che ha riguardato il nord Europa, le inondazioni devastatrici in Giappone, India e Sud est asiatico.

Quello in arrivo non sarà dunque un ‘El Niño’ pericoloso come quello del 2015-2016 ma non sara’ meno gravido di conseguenze. Il bollettino meteo sul El Niño è stabilito dall’Omm in base a previsioni numeriche e analisi di esperti di tutto il mondo e serve a pianificare interventi di prevenzione in materia di agricoltura, pesca e energia, da parte dei Governi e delle Nazioni Unite.