Collisione navi al largo della Corsica: macchia stazionaria, il Lamma aggiorna le previsioni meteo costantemente

MeteoWeb

“Al momento si evidenzia una sostanziale stazionarietà del carburante presente in mare rispetto al punto di rilascio”. Lo sottolinea l’assessore all’ambiente della Regione Liguria, Giacomo Giampedrone, che – a seguito della Collisione avvenuta a nord di capo Corso fra la portacontainer Cls Virginia e il traghetto Roro Ulysse della Ctn – si è attivato attraverso l’Agenzia regionale di protezione ambientale per fornire “una specifica modellistica che simula il comportamento della macchia inquinante in mare”.

“Abbiamo messo a punto una simulazione basata su dati geografici, meteo marini e previsionali per capire al meglio il comportamento della macchia e i suoi spostamenti” aggiunge l’assessore Giampedrone. “Attraverso i tecnici dell’Agenzia – ha concluso – continueremo ad effettuare il monitoraggio della situazione e verificare le eventuali ricadute e avvicinamenti alla costa”.

Aggiornamento continuo delle previsioni meteorologiche da parte del consorzio Lamma impegnato a supportare la gestione dell’emergenza nella collisione tra navi davanti alla Corsica a all’incidente a Nord-Ovest della Corsica. Il Lamma, riporta un comunicato, sta collaborando con la Capitaneria di Porto di Livorno per fornire i dati delle previsioni meteo delle prossime ore e dei prossimi giorni. Lo riferisce l’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni.

“Con le previsioni meteo a disposizione – ha spiegato Fratoni – sarà più agevole la pianificazione delle attività di emergenza sul tratto di mare sul quale è richiesta la collaborazione attiva delle autorità italiane anche se in territorio francese”. I dati di osservazione, previsione e ricostruzione dello stato del mare su cui si basa il Consorzio sono messi a disposizione delle autorita’ competenti e dei soccorsi anche nella forma di bollettini dedicati.

I dati riguardano: previsione operativa dello stato del mare (vento, onde, e correnti di superficie); misure di corrente superficiale da radar Hf; rilevamento satellitare dell’eventuale sversamento (ottenuto tramite elaborazione dei satelliti Sentinel). Inoltre verra’ attivato un modulo per la previsione dello spostamento dello sversamento.