Nobel per la medicina, per Allison una vita segnata dal cancro: anche lui malato

MeteoWeb

James P. Allison, una vita contro il cancro non solo in laboratorio. Una guerra combattuta anche in prima persona, che il neo Premio Nobel per la Medicina 2018 ha raccontato in un’intervista diffusa a settembre, quando sempre per gli studi sull’immunoterapia fu insignito del ‘Paul Janssen Award for Biomedical Research’, intitolato al fondatore di Janssen Pharmaceutica.

“Il cancro è sempre stato nelle mia mente anche per ragioni personali – spiegava lo scienziato che dividerà l’ammontare del Nobel con il giapponese Tasuku Honjo – Mia madre morì di linfoma quando avevo 10 anni, e quando ero giovane morirono di cancro anche due zii”. Un ‘destino di famiglia’, perché “anch’io ho una storia con la malattia: mi sono stati diagnosticati un cancro alla prostata e un melanoma, entrambi identificati precocemente. E attualmente sono in trattamento con l’immunoterapia per un cancro della vescica in fase iniziale”. Da scopritore della tecnica a utilizzatore.